week end a scicli tra devozione e cultura

Scritto da
Sicilia
|
Dicembre 12, 2014
  Sabato e domenica prossimi a Scicli saranno due giorni all’insegna della devozione e della cultura. Il fine settimana che inizia con la festività di Santa Lucia vedrà, infatti, la possibilità, per sciclitani e visitatori, di poter andare in pellegrinaggio e visitare la chiesa rupestre di Santa Lucia, aperta solamente in occasione della festività dedicata alla santa e martire siracusana e grazie a un servizio bus navetta ad hoc messo a disposizione dal comune di Scicli dalle ore 14,30 alle 17,30, combinato a un suggestivo percorso obbligato che sarà guidato dal personale del Comando della Polizia Municipale e dai volontari assegnati al Servizio della Protezione Civile. Dopo due anni si potrà quindi praticare il tradizionale e devozionale lavaggio degli occhi nella fonte naturale all’interno della chiesetta sita sul colle di San Matteo. Sabato 13, inoltre, si rinnoverà a Scicli l’appuntamento con le “Canzoncine” all’Immacolata e questa volta sarà il turno della Confraternita del Santissimo Crocifisso della Chiesa di San Bartolomeo ribattere ai “rivali” di Santa Maria la Nova. Anche le “Canzoncine” di San Bartolomeo, come quelle di Santa Maria la Nova, dal 2011 fanno parte dell’elenco delle Eredità Immateriali Unesco e anticipano, come sempre, la processione del simulacro della Madonna Immacolata che avverrà il giorno seguente, il 14 dicembre. Domenica sarà un giorno importante anche per un altro pezzo della storia sciclitana. Ultimato il restauro, infatti, potrà essere ammirata in tutto il suo splendore presso la Chiesa della Consolazione la tela che rappresenta “Giuditta e Oloferne”, il capolavoro di Tommaso Pollace riconsegnato agli antichi splendori si concederà agli sguardi degli sciclitani prima di tornare presto al proprio posto, nell’abside della Chiesa di Santa Maria la Nova.

dove soggiornare