Dammuso nel Vicolo
In uno dei vicoli più caratteristici del centro, dietro il Commissariato di Montalbano.
Nel cuore di Scicli

Il traffico cittadino è lontano. Da qui ciò che si percepisce sono i suoni della quotidianità classici di un quartiere come questo popolato da gente comune: giovani e anziani abituati a vivere la via e a socializzare con molta semplicità.

Si stendono ancora i panni per le vie e le signore inebriano le strade con la loro cucina
La vecchia fiumara intaglia quest’anima della città
Gli spruzzi di colore, i tessuti e la carta utilizzata nei decori danno un tocco di originalità avvolgente senza mai stancare.

La vecchia fiumara, di cui oggi è rimasto solo il letto in pietra realizzato nei primi del Novecento taglia quest’anima di Scicli, dove si stendono ancora i panni per le vie e le signore inebriano le strade con la loro cucina e a volte allietano l’udito con i loro canti.

La Casa può ospitare comodamente fino a 4 persone.

Ha una zona living luminosa con divano e parete attrezzata di televisore, adsl e libri di vario genere.

Due sono le camere da letto di cui una è molto suggestiva ricavata in un’ alcova, alla quale si accede da una scala e dalla cui finestra si intravede uno scorcio di panorama, assaggio del barocco imperante a Scicli.

L’altra è più raccolta e vi si accede dalla zona living, dalla porta vicina alla parete attrezzata.

La Casa ha un bagno spazioso con vasca e doccia, lavabo e sanitari.

Asciugacapelli e cassettiera porta biancheria completano l’arredo.

La zona cucina è attrezzata di tutto il necessario per poter essere autonomi (piano cottura, cappa, dispensa stoviglie, frigorifero con congelatore) e un ripostiglio completo di lavatrice con asse da stiro e tutto l’occorrente che una casa tradizionale offre.

Ha l’aria condizionata e il riscaldamento autonomo con caldaia.

Gli arredi e l’architettura della casa rendono l’atmosfera calda e gioiosa.

Gli spruzzi di colore, i tessuti e la carta utilizzata nei decori danno un tocco di originalità avvolgente senza mai stancare.

Il traffico cittadino è lontano. Ciò che si percepisce sono i suoni della quotidianità classici di un quartiere come questo popolato da gente comune: giovani e anziani abituati a vivere la via e a socializzare con molta semplicità.

Si parcheggia liberamente negli slarghi e nelle vie adiacenti alla zona con facilità.