Azienda Agricola Liequa

Tra zafferano, farina di cicerchia e capperi. Una storia di famiglia tra i Monti Iblei
L’azienda Liequa si trova a Giarratana, il più piccolo comune della provincia di Ragusa, nell’area montana della valle dell’alto Irminio, vera gemma naturalistica.
Lo chef Vincenzo Candiano è tra i tanti estimatori
Il paesaggio ibleo
e le coltivazioni a campo aperto

L’azienda Liequa si trova a Giarratana, il più piccolo comune della provincia di Ragusa, nell’area montana della valle dell’alto Irminio, vera gemma naturalistica.  Posta alle pendici dei Monti Iblei, nella parte sud-orientale della Sicilia, proprio ai confini tra le province di Ragusa, Siracusa e Catania. 

Da circa 25 anni, l’azienda di Emanuele Azzaro, produce lo zafferano dei Monti Iblei. Grazie alla terra di tipo argilloso questa pianta originaria dell’oriente ritrova le adeguate condizioni climatiche delle terre di origine. 

Nella spezia sono presenti alcaloidi, saponine, fitosteroli, minerali e vitamine. Lo zafferano che si presenta sotto forma di stimmi o fili è garanzia di prodotto naturale, di qualità e di purezza al 100%. 

Molti chef scelgono questi prodotti per la preparazione dei  loro piatti e suggeriscono di lasciare gli stimmi in infusione per circa due ore in una minima quantità di acqua o brodo tiepido, così da far sprigionare alla spezia tutte le proprietà organolettiche. Questo infuso, poi, può essere usato per la preparazione di vari piatti: risotti, minestre, secondi di carne in umido, dolci. Va aggiunto poco prima della fine della cottura in modo da mantenere intatte il più possibile le sostanze contenute in questa spezia. 

L’azienda Liequa è specializzata anche nella produzione di farina di cicerchia molita a pietra. La cicerchia, da sempre considerata un “alimento povero”, è una pianta originaria del bacino del mediterraneo. 

Si presta per preparare gustose zuppe e dolci vegetariani e si possono preparare anche pappardelle e maltagliati. Da qualche anno è tornata nelle tavole dei paesini iblei. 

A Monterosso Almo la polenta di cicerchie è chiamata “frascatula” mentre negli altri comuni è conosciuta col nome di “patacò” e sulle tavole dei poveri e dei contadini sostituiva la pasta e il pane e veniva condita con olio di oliva, aglio, verdure di campo o con cavoli e broccoletti.

La famiglia Azzaro, ha iniziato da qualche stagione la produzione di capperi e con le delicate foglioline “pamminedda di cappero” dal tipico colore verde scuro, vengono anche utilizzate dai grandi chef stellati come decorazioni nella presentazione dei loro piatti.

Indirizzo

Via Papa Giovanni Paolo II, 23
97010 Giarratana RG
Italia

Azienda Agricola Liequa

Potrebbe Interessarti