Una passeggiata per riscoprire i segreti della Giudecca di Ragusa Ibla - 5 -6 e 7 Ottobre

Scritto da
Barbara L
|
Ottobre 2, 2018

Eventi

INTRIGHI ALL'OMBRA DELLA MESCHITA DI IBLA, L'AGGUATO AL PROTO SABATINO GIMA. 
Passeggiata guidata tra rue, chiassi e carrere della judaica iblea.

CONDUCE: Fabio Messina.
START: Cortile interno del complesso di S.Teresa, via orfanotrofio, Facoltà di Lingue.

Una passeggiata per riscoprire i segreti della Giudecca di Ragusa Ibla.

La sera di domenica 23 giugno 1471, un pescatore di anguille, l’ebreo Josep Riczuni, con tre violente randellate, riduceva in fin di vita il proto Sabatino Gima alto esponente della comunità ebraica. L’agguato ha luogo tra le strette rue della città medioevale a pochi passi dalla Xancata principale. L’autore del delitto individuato e reo confesso viene incarcerato in attesa della condanna al capestro.
L’evento fa scalpore ; il padre della vittima influente ebreo, ritiene che Riczuni sia solo l’esecutore del delitto, e accusa il ricco Ebreo
Salloc di essere il mandante.
La Curia di Modica, viste le accuse circostanziate, istruisce il processo per accertare le precise responsabilità di Salloc. Il manoscritto manca della parte finale. Sappiamo che Riczuni fu condannato, rematore di galera a vita, non sappiamo la fine del ricco Salloc. Il testo in volgare siciliano, è un documento raro sorprende per armonia e freschezza comunicativa , un affresco medioevale, che fa scoprire la singolare storia della iudaica iblea.
“ Le comunità ebraiche nella contea di Modica” edizioni Setim
Modica 1977 . Giovanni Modica Scala - ( Modica 1920 -2002) - appassionato ricercatore ,si imbatte in un manoscritto del tardo ‘400, in possesso di un privato. Il suo esame gli consente di ricostruire un periodo, la fine del 1400 e un ambiente , la comunità ebraica ragusana ,con grande acume ed onesta intellettuale.

La presenza della Comunità ebraica a Ragusa è avvertita sin dalla metà del 1300 ed è insediata in due quartieri: Cartellone più popolare, coincidente con Via Velardo , e Giudecca che è individuabile nell’area attorno alla chiesa dell’Annunziata in Via
Orfanotrofio. La chiesa attuale è sorta dopo il ‘400 sui perimetrali della sinagoga e secondo la tradizione , prima nello stesso sito vi era una moschea ed ancor prima il tempio di Diana. Una comunità tra le più importanti della Sicilia che aveva un ceto intellettuale predominante per i moltissimi laureati in medicina. Dai documenti del processo riguardante l’omicidio avvenuto nel 1471, del proto Sabatino Gima si possono individuare i confini del quartiere, che risultava aperto, quindi non un ghetto. In quei documenti, la Giudecca di Ragusa appare pullulare di mercanti, pescivendoli, mediatori, commercianti di grani e di altre derrate; diversi i ritrovi pubblici. Il 15 agosto 1474 in una orgia di cattiveria e fanatismo oltre 300 ebrei furono trucidati a Modica. A Ragusa non si arrivò a quegli
eccessi ma la convivenza tra le comunità si era spezzata.
Nel 1492, con decreto, gli ebrei vennero espulsi dalla Sicilia.

dove soggiornare