Le Giornate del Fai a Palazzolo Acreide ( SR )

Scritto da
Giovanna Mariani
|
Ottobre 17, 2020

SIRACUSA

Palazzolo Acreide. I Santoni. Visite sabato 17 e domenica 18 e sabato 24 e domenica 25 ottobre. Normalmente chiuso al pubblico e segnalato al censimento I Luoghi del Cuore a causa dell’avanzato stato di degrado, il santuario rupestre della dea Cibele è un sito archeologico a Palazzolo Acreide, sub-colonia siracusana nel 664 – 663 a.C., oggi Comune, inserito nella lista dei siti Unesco Patrimonio dell’Umanità. L'area che lo ospita nella tradizione popolare è denominata “Santicelli” o “Santoni”, per via delle grandi figure scolpite nella roccia, interpretate come immagini di “Santi”.

 

Cibele, la dea turrita il cui culto affonda nella notte dei tempi, potenza di donna che ha potere generativo e distruttivo sulla natura, la Magna Mater che intride, con la sua simbologia, tanto la cultura Occidentale quanto quella Orientale, è raffigurata nel più grande complesso monumentale noto al mondo e a lei dedicato. Questo sito, chiamato i Santoni, ha sede in Sicilia, a Palazzolo Acreide, sub-colonia siracusana nel 664 – 663 a.C con il nome di Akrai, oggi Comune inserito nella lista dei siti UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Dodici grandi rilievi, databili intorno al III sec. a.C., scolpiti su due gradoni rocciosi che occupano un prospetto di 30 metri, queste incisioni costituiscono la più grande testimonianza grafica dedicata al culto della dea Cibele. Una vera e propria sintesi delle iconografie e delle dottrine teologiche connesse al culto della Grande Madre. Cibele è il filo rosso che unisce l’umanità in un’unica grande genesi.

dove soggiornare